Bacheca messaggi Meetup Isola d'Ischia ★ Ambiente ed Energia › Emergenza Rifiuti - Raccolta Differenziata

Emergenza Rifiuti - Raccolta Differenziata

Davide I.
Domanidomani
Organizer del gruppo
Ischia, NA
Post n.: 701
Per ufficialità correggo il dato di Serrara riferito alle tonnellate giornaliere di rifiuti da 11 scendono a 5,2( resta comunque alto come percentuale) .

Barano d’Ischia 11 tonnellate 10000 abitanti 3900 famiglie 400 kg all' anno per abitante.
Casamicciola 15 ton-- 8300 abitanti 3400 famiglie 550 kg all' anno per ab.
Serrara Fontana 5,2 ton-- 3200 abitanti 1300 famiglie600 kg all' anno per ab (ufficiale).
Lacco Ameno 8 ton-- 4800 abitanti 2000 famiglie 550 kg all' anno per ab.
Ischia 18 ton-- 19000 abitanti 8800 famiglie 360 kg all' anno per ab.
Forio 30 ton --18000 abitanti 8500 famiglie 550 kg all' anno per ab.

Dopo aver discusso durante l'evento sul oscuramento sui dati della differenziata avevamo qst stime :
Da questo articolo si ipotizzano questi dati:
Ischia 54%
Lacco Ameno 30/35%
Casamicciola Terme 20/25%
Barano d’Ischia 30/35%
Serrara Fontana 20/25%
Forio 17/18%

Oggi abbiamo tramite i dati ufficiali ricevuti :
Il comune d' Ischia che spende circa ­7milioni di euro l' anno per lo smaltimento dei solidi urbani e di Serrara con circa 2milioni di euro e me ne ravvedo solo oggi ,­dei dati sulla differenziata attestata al 2010 ad appena il 12%



Risolto l' arcano sulle tonnellate , ma ravvedo che invece del 20% di differenziato lo shock resta per il 12%



Un altra riflessione su Serrara ,ma la raccolta della plastica non la fanno??
Iscritto precedentemente
Post n.: 177
shock
Davide I.
Domanidomani
Organizer del gruppo
Ischia, NA
Post n.: 703
A Procida dati reperitii da Francesco Lubrano L..
Da questi dati del 2009 relativi alla raccolta dei rifiuti , si evince che :
Totale tonnellate 6400annue , suddivise in 85%di indifferenziato e ingombranti, e 15% di differenziato ,produzione per abitante annua di 640kg(1,8 /giorno bella alta( Durante "Sogno è son Desto",con Cenname si parlo già di 450kg annue per abitante ,come poco gestibile).



Non ufficialmente
A Procida si paga la TIA , circa 5milioni di euro annui.




Immagino è raggruppata tipo quella letta per Ischia comune circa il 90% per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.
Antonello I.
Λεωνίδας
Ischia, NA
Post n.: 1.304
Davide che dire, più leggo i tuoi posts e più mi cadono le braccia a leggere queste cifre enormi a fronte di servizi minimi. Giungo quindi alla conclusione che i nostri amministratori non sono in grado di gestire un bel niente.

Non v'è programmaticità nelle loro scelte né a breve e tanto meno a lungo termine.
Non conoscono il valore delle cose e non sono in grado di preservare le potenziali risorse del territorio col quale sono in guerra sin dal primo giorno. E la stanno vincendo questa guerra.
Davide I.
Domanidomani
Organizer del gruppo
Ischia, NA
Post n.: 708
Davide che dire, più leggo i tuoi posts e più mi cadono le braccia a leggere queste cifre enormi a fronte di servizi minimi. Giungo quindi alla conclusione che i nostri amministratori non sono in grado di gestire un bel niente.

Non v'è programmaticità nelle loro scelte né a breve e tanto meno a lungo termine.
Non conoscono il valore delle cose e non sono in grado di preservare le potenziali risorse del territorio col quale sono in guerra sin dal primo giorno. E la stanno vincendo questa guerra.



Ora ti cadranno definitivamente le bracciawink
Ho rivisto tutto meticolosamente.


Stime di bilanci e gestione dei rifiuti Isolani
Leggendo i dati ufficiali del 2010 di Serrara Fontana inerenti allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani , si comprendono chiaramente tutte le risposte alle domande e affermazioni di questi mesi.
I dati non ufficiali reperiti si dimostrano molto veritieri ,valutando quelli ufficiali si riscontra palesemente che le tonnellate gestite di rifiuti differenziati portano un risparmio del 13% che personalmente si puo migliorare tranquillamente fino ad oltre il 50%.
Visti e ascoltati i dati ufficializzati di 4 comuni su 6 (durante l' evento alla Bibl. Antoniana) si può non notare che la cifra di 25/30milioni di euro (stimata) per l intera isola, non è utopia anzi …..

Ufficiali
Ischia circa 7 milioni per 7000ton. annue media giornaliera 18ton. differenz. 54%
Barano circa 2 milioni per 4000ton. annue media giornaliera 11ton. differenz. 30/35%
Serrara F. circa 2 milioni per 2000ton. annue media giornaliera 5ton. differenz. 12%
Casamiccila circa 3 milioni per 5000ton. annue media giornaliera 15ton. differenz. 20/25%

Non ufficiali
Forio n.d. milioni per 11000ton. annue media giornaliera 30ton. differenz. 17%
Lacco Ameno n.d. milioni per 3000ton. annue media giornaliera 8ton. differenz. 30/35%
Isola d’ Ischia circa 40mila ton. annue .




Ps: Chi supera la soglia del 25% di differenziata può percepire anche un incentivo dallo Stato per i dati del 2009 oltre ad altre quote.




Dettaglio per Serrara totale ton.2000annue------ 1750 ton. di indifferen. sono costate 1miline 6mila euro ; 250ton. di differenz.sono costate 200mila euro ,100euro a tonnellata risparmiata.
Quindi fare la differenziata abbatte i costi è inequivocabile .


Antonello I.
Λεωνίδας
Ischia, NA
Post n.: 1.305
Parlavo l'altra sera al CineMU Forum di Alexanderplatz a Berlino (ex Berlino Est) nella zona dello Zoo, e di come i suermercati e negozi sono dotati di una macchina che raccoglie bottiglie in PET, Vetro e lattine di Alluminio e Acciaio oltre alle cassette porta bottiglie di vetro. Ecco qui un paio di esempi tra Germania, Norvegia e Paesi Bassi (In Inglese):













Il Vuoto a Rendere rappresenta una soluzione dagli innumerevoli vantaggi. Dalla riduzione delle risorse destinate alla raccolta con il conseguente risparmio economico che si può facilmente immaginare, al ricavato in bonus da spendere al supermercato oppure in contanti da riporre nel proprio borsellino. In particolare quest'ultimo aspetto rende la raccolta volontaria molto appetibile per ragazzi, studenti o disoccupati che possono raccogliere in un paio di ore al giorno (magari girando in bicicletta) oltre 100 bottiglie di plastica e/o lattine, guadagnando così fino (valore calcolato a Berlino con una media di 0.20 € a bottiglia) 620 € al mese.

Se questa somma venisse associata ad un piccolo contributo (stile ammortizzatore sociale) da parte delle istituzioni a favore di categorie più deboli, allora si vede che si prendono due piccioni con una fava:

  • Riduzione dei rifiuti e risparmio sulla raccolta
  • Incentivo reale (Bonus Spesa o Danaro Contante) che addolcirebbe l'economia dei privati cittadini in particolare in una congiuntura economica globale come quella attuale
  • Sostenibilità per lo Stato degli ammortizzatori sociali così tanto chiesti in Italia quanto mai veramente introdotti

A questo punto io non so che pensare e voi??? angry
Davide I.
Domanidomani
Organizer del gruppo
Ischia, NA
Post n.: 717
Ecco un po di discariche abusive:

Piazzetta Fiaiano (giù collegamento alla pineta).




Nitrodi (zona parcheggio cava lato destro).
Qui c'è di tutto dal materiale di risulta ,asfalto,ingombranti, buste di spazzatura,bidoni......TUTTO.








Per la discarica di Nitrodi ci sono molti smottamenti, probabili accumuli sotterrati crying , in più occorre un intervento immediato in quanto da qui all' estate le ritroveremo giù in spiaggia ,oltre ad inquinare la già disastrata zona.
Donato M.
Staff_M5S_Ischia
Ischia, NA
Post n.: 436
Ecco un po di discariche abusive:

Piazzetta Fiaiano (giù collegamento alla pineta).




Nitrodi (zona parcheggio cava lato destro).
Qui c'è di tutto dal materiale di risulta ,asfalto,ingombranti, buste di spazzatura,bidoni......TUTTO.








Per la discarica di Nitrodi ci sono molti smottamenti, probabili accumuli sotterrati crying , in più occorre un intervento immediato in quanto da qui all' estate le ritroveremo giù in spiaggia ,oltre ad inquinare la già disastrata zona.

i giardinetti a Fiaiano sono sempre stati una pattumiera a cielo aperto
Davide I.
Domanidomani
Organizer del gruppo
Ischia, NA
Post n.: 720
Contributi
di 150 euro
per pannolini
"ecologici"

SPRESIANO - (sdv) Il Comune erogherà un contributo di 150 euro a tutte le famiglie che useranno pannolini ecologici (quelli lavabili) per i loro figli. Si calcola che per ogni bambino venga prodotta una tonnellata di pannolini che impiegano circa 5 secoli per degradarsi. «Non sono certo i ciripà di 30 anni fa, bensì pannolini all'avanguardia, studiati con materiali innovativi e pratici» spiega l'assessore al sociale, Lia Rossetto. Alcuni Comuni acquistano direttamente i pannolini per poi distribuirli alle famiglie residenti che li richiedano: «Noi non abbiamo effettuato l'acquisto come Comune poiché riteniamo che le famiglie possano scegliere tra i molti modelli in commercio quello che più preferiscono», continua Rossetto. Anche per i pannolini lavabili esistono modelli, taglie e materiali diversi. L'assessore porta la sua diretta testimonianza, essendo madre di 2 bimbi: «Sostenuta la spesa iniziale, in famiglia abbiamo verificato che in un anno e mezzo abbiamo ammortizzato il costo iniziale. Con il secondo figlio addirittura ci stiamo guadagnando».
fonte
Davide I.
Domanidomani
Organizer del gruppo
Ischia, NA
Post n.: 721
Se ne è parlato durante la trasmissione a Teleischia :A Peccioli ,hanno un esemplare gestione dei rifiuti ,ma....................Peccioli è un comune italiano in provincia di Pisa di 4.936 abitanti quasi 100kmq , è grande 10 volte il comune di Barano d' Ischia come territorio !!!!!!!




Vedelago, 17mila abitanti e superfice 60kmq, resta il piu applicabile per l' Isola d' Ischia .




A partire dal mese di Maggio il borgo di Peccioli, piccolo paese della provincia di Pisa, che si era già guadagnato le pagine di greenMe.it con la sperimentazione del dissociatore molecolare per produrre energia dai rifiuti, farà da scenario ad un'altro particolare progetto-pilota in cui tecnologia, ambiente e amministrazioni locali andranno a braccetto trasformando la cittadina in una vera e propria "Robotown" in cui verranno "sguinzagliati" per le vie del centro storico robot che puliranno le strade, che aiuteranno nel fare la spesa, che faranno la raccolta differenziata dei rifiuti o che accoglieranno i turisti nell'atrio dei musei pecciolesi, quello delle icone ed il museo etrusco.

Ma , ancora , i robot potranno essere utilizzati per la vigilanza diurna e notturna, come "taxi robotico" per gli spostament interni al centro storico o, ad esempio, per raggiungere la pista ciclabile, situata a valle del paese, direttamente dalla piazza principale del borgo, ma anche, addirittura, come aiutanti nell'insegnamento ai bambini.

Si tratta dell'ambizioso progetto sperimentale voluto dall'amministrazione comunale con il supporto ed il coordinamento scientifico della Scuola Superiore di Studi e Perfezionamento Sant' Anna di Pisa finalizzato alla partecipazione ad un bando europeo che incentiva la ricerca e l'innovazione tecnologica, in scadenza domani. In ballo ci sono finanziamenti per circa 10 milioni di euro anche se la concorrenza sarà agguerrita essendo in lizza altri duecento progetti partecipanti.

Quello di Peccioli però rappresenta un esperimento unico al mondo di ricerca scientifica - in particolare quella nel settore della robotica e della domotica - che esce dalle "segrete stanze" dei laboratori per diventare visibile a tutti, invadendo pacificamente le strade del piccolo borgo dell' Alta Valdera, situato a metà strada tra Volterra e Pontedera, lungo la via che conduce a Pisa. Una ricerca scientifica per così dire "condivisa e partecipata in cui la cittadinanza, interagendo con i robot tutti i giorni, avrà un ruolo determinante, fino ad oggi inimmaginabile in contesti di sviluppo e ricerca tecnologica di così alto livello.
Quale sarà l'utilizzo migliore per i robot, infatti, lo decideranno, insieme ai coordinatori del progetto, gli stessi cittadini che indicheranno le loro preferenze stilando una vera e propria graduatoria tra tutte le applicazioni attuabili per mezzo dei robots tramite dei questionari anonimi distribuiti agli abitanti lo scorso venerdì, in occasione della presentazione ufficiale del progetto alla cittadinanza che, oltre ad indicare gli impieghi preferiti per i robots, ha potuto anche prenotarsi per testare direttamente a casa propria alcune delle applicazioni robotiche.

“Fino ad oggi abbiamo sottolineato soprattutto la progettualità ed il valore scientifico del progetto Robotown che ci inorgoglisce e responsabilizza allo stesso tempo”- ha detto il sindaco Silvano Crecchi nella conferenza stampa alla quale noi di greenMe.it non potevamo mancare. ”Tuttavia crediamo che il progetto debba essere spiegato e condiviso con la cittadinanza. Quanto più il ruolo dei cittadini di Peccioli sarà attivo e consapevole, tanto più Robotown avrà possibilità di ricevere i contributi previsti dal bando europeo. Speriamo che l’assemblea di stasera sia la prima di una lunga serie, segno evidente che i cittadini avranno capito il nostro progetto”.

Sulla stessa linea anche Renzo Macelloni, presidente di Belvedere S.p.A: “E’ la prima volta al mondo che un laboratorio scientifico interagisce con una comunità, essa stessa parte del progetto” ha detto Macelloni che ha sottolineato come “robotown” venga da un percorso politico ed amministrativo iniziato già nel 1995 con i primi contatti con il Sant’ Anna di Pisa, fino alla realizzazione di una residenza sanitaria assistita nella frazione pecciolese di Ghizzano in cui già si sperimentano alcune delle applicazioni biomedicali sviluppate dai ricercatori del Sant' Anna, anche presso la casa domotica di Peccioli, il laboratorio dell' hi-tech in cui si sviluppano alcune delle applicazioni robotiche al servizio della vita quotidiana, tra le più all'avanguardia.

Parafrasando una frase di Bill Gates, Paolo Dario, coordinatore del progetto e rappresentanrte della Scuola Superiore di Studi e Perfezionamento Sant' Anna di Pisa, ha detto: “Ci immaginiamo di portare, in futuro, un robot in ogni casa” proprio come fossero elettrodomestici di uso comune da produrre in industrie hi-tech che vorremmo attrarre sul terriorio di Peccioli. Tra gli obiettivi del progetto robotown, infatti, c’è il rilancio della formazione e dell’occupazione locale, ma anche del turismo:i turisti, infatti,vorranno vedere Peccioli, il paese in cui cittadini e robots interagiscono tutti i giorni.



La vera e propria Guest star del progetto Robotown sarà Dust Cart, il "robot spazzino" giramondo, presentato per la prima volta in Giappone, ad Osaka, e noto ormai in tutto il globo. Il "Wall-e nostrano era stato messo all'opera per la prima volta nel Maggio dello scorso anno a Pontedera, dove hanno sede i laboratori di robotica e domotica del Sant' Anna Valdera, e poi proprio a Peccioli, alcuni giorni dopo, dove già aveva dato buona prova delle sue capacità di spazzino, raccogiendo la spazzatura di casa degli abitanti del centro storico.
Come ha spegato Paolo Dario, coordinatore del progetto robotown ma anche del progetto europeo DustBot, che ha dato origine alla creazione di Dust Cart, il robot spazzino potrà essere chiamato anche con il cellulare e si presenterà direttamente alla porta di casa dell'utente il quale dovrà solo digitare un pulsante sulla "pancia" del robot con le ruote e dalle fattezze umane il quale, con voce gracchiante ed umanoide, lo ringrazierà portando il sacchetto della spazzatura al più vicino cassonetto oppure, se il contenuto della spazzatura non è conforme al tipo di raccolta differenziata effettuata, darà istruzioni ed insegnamenti al cittadino che lo ha chiamato.Dust Cart, infatti, sviluppato dal Sant'Anna di Pisa, che ha il ruolo di coordinatore del progetto europeo Dust Bot, di cui fanno parte 9 partner di 5 paesi europei (Italia, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito), è in grado di rilevare gli ostacoli sul suo cammino grazie ad un apposito sitema laser e, oltre alla raccolta dei rifiuti, può svolgere lo spazzamento delle strade in abbinamento con un altro robot,..........continua sul link
[url=http://www.greenme.it/app
Powered by mvnForum

La gente in questo
Meetup appartiene anche a:

Iscriviti

Iscritti a Meetup, Entrate

Cliccando "Iscriviti" o "Iscriviti usando Facebook", confermi di accettare i nostri Termini di Servizio & Politica di Privacy