Bacheca messaggi Meetup Isola d'Ischia Meetup Isola d'Ischia › Ufficio Stampa e Comunicati

Ufficio Stampa e Comunicati

Mario G.
user 3721573
Ischia, NA
Post n.: 1.722
Per me OK
Iscritto precedentemente
Post n.: 101
ecco il testo del comunicato stampa please datemi un OK entro le 19:30

COMUNICATO STAMPA

CACCAVELLA DAY
Porto di Ischia, sabato 8 ottobre a partire dalle 10

Il movimento 5 stelle di Ischia insieme a cittadini, movimenti, associazioni e partiti dell'isola ha indetto per sabato una occupazione pacifica del porto di Ischia per protestare contro l'illegalità che pervade l'intera gestione dei trasporti marittimi nel Golfo di Napoli.

Le continue vessazioni subite dai passeggeri con aumenti indiscriminati di tariffe
(+ 40% dall'inizio dell'anno per i residenti), orari incompatibili con le esigenze dell'utenza e la totale assenza di controlli sulle misure di sicurezza della navigazione mettono a rischio il nostro diritto alla mobilità e non sono ulteriormente tollerabili.

Il problema non riguarda solo gli abitanti delle isole ma anche i cittadini napoletani costretti a sborsare cifre da "biglietto aereo" per farsi un bagno nelle isole del golfo e incide negativamente sul settore turistico penalizzato dagli alti costi e la scarsa qualità dei trasporti marittimi.

Per questo abbiamo rivolto un appello pubblico al Sindaco De Magistris perchè faccia sentire anche la sua voce a tutela della legalità e dei diritti di tutti i cittadini campani.

Il frastuono delle nostre "caccavelle" darà la sveglia agli amministratori regionali che da quasi 10 anni ignorano la Legge Regionale 3/2002 continuando pratiche di proroghe, accordi sottobanco e fuori legge con il cartello degli armatori privati (ACAP) al fine di perpetrarne la indebita posizione dominante sul mercato.

Chiediamo l'espletamento di gare europee, il blocco delle tariffe, controlli accurati sul naviglio e le condizioni di lavoro degli equipaggi a tutela della pubblica incolumità.

Procederemo nel corso dell'evento caccavella day alla "liquidazione" dell'armamento privato e al licenziamento dei nostri dipendenti infedeli e incapaci Vetrella e De Siano.

Si prega gli organi di stampa di garantire la massima diffusione

Movimento 5 stelle Isola d'Ischia
Antonello I.
Λεωνίδας
Ischia, NA
Post n.: 1.381
Testo dell'articolo da pubblicare su ischiablog movimentoischia, e altri blog a cui abbiamo accesso. attendo fino alle 19:30 per modifiche suggerimenti ok

Caccavelle V/S carrette del mare. Ischia chiama De Magistris
Sabato 8 ottobre a partire dalle 10 occupazione pacifica del porto di ischia

Il movimento 5 stelle fa appello al Sindaco e a tutti i cittadini di Napoli per porre fine all'illegalità imperante nei trasporti marittimi del Golfo.

Ancora una volta con l' arroganza tipica degli impuniti, si attenta al diritto alla mobilità dei cittadini. Lo si fa con la vecchia tecnica del divide et impera cercando di colpire solo alcune fasce di utenti, nello specifico i residenti con un ulteriore aumento delle tariffe, che dall'inizio dell'anno marcano un ingiustificabile + 40%!

Ma questa è solo la punta dell'iceberg, lo spauracchio agitato periodicamente per sviare l'attenzione dalla montagna di atti (e omissioni) illegali che la Regione Campania, dal 2003 ad oggi compie, ignorando le proprie leggi e le direttive europee ad esclusivo favore di un cartello di armatori privati (ACAP) che lucrano abusando della posizione dominante loro concessa dall'aquiescenza di tutte le autorità preposte al controllo.

Esiste una legge la N°3/2002 della Regione Campania, che la stessa Regione ignora platealmente da 10 anni.
Esistono direttive europee e pronunciamenti dell'Antirust, anch'essi totalmente disattesi.
Esistono codici della navigazione e norme per la sicurezza in mare non pervenuti alle Capitanerie di Porto
Esistono Enti preposti alla verifica della idoneità dei mezzi utilizzati che chiudono un occhio anzi tutt'e due.
Esistono equipaggi trattati alla stregua di "moderni schiavi" e minacciati di licenziamento, costretti a turni di lavoro massacranti a scapito della sicurezza dei passeggeri, con buona pace del Prefetto
Esiste(va) una compagnia di navigazione pubblica, ridotta ad una scatola vuota per giustificare le tanto osannate "privatizzazioni"con la scusa che " ce lo impone l'Europa" Falso! l' UE parla di "liberalizzazioni"

Il diritto a spostarsi liberamente su tutto il territorio italiano è un diritto inalienabile e non privatizzabile e deve essere garantito in maniera equa a tutte le classi sociali, senza distinzione tra residenti e non, ischitani, capresi, procidani o napoletani che siano. (cfr Art. 3 Costituzione delle Repubblica italiana)

Siamo cittadini campani! I residenti delle isole contribuiscono al bilancio regionale con tasse dirette e indirette per circa 300 milioni di € (e questa è una stima molto prudente) la Regione spende per la Gestione Infrastrutture trasporti e Gestione servizi trasporti di tutta la regione circa 120 milioni (cfr. Legge Regionale di Bilancio 2010) e il resto? Mancia?

Forse il resto serve, ad esempio, per garantire "auto blu" e stipendi milionari a personaggi inutili tipo l'assessore Vetrella o il Pres. della IV commissione trasporti, l'ischitano acchiappa-poltrone Domenico De Siano, una commissione che da sei mesi discute sempre lo stesso ordine del giorno cioè discute sul nulla. (cfr. portale del consiglio regionale, lavori delle commissioni)

Ci appelliamo al Sindaco di Napoli perchè faccia sentire la sua voce e quella di tutti i cittadini napoletani, costretti, per poter godere di un fine settimana nelle "loro" isole, a spendere per il trasporto marittimo quasi quanto spenderebbero per andare a Sharm el sheik o alle Canarie in aereo.

L'avidità di questi pirati del golfo provoca un danno enorme anche al turismo che, nell'epoca di internet, compara i prezzi e sceglie anche in funzione dei costi del trasporto. Chiediamo quindi anche alle associazioni di categoria (albergatori, ristoratori, balneari) di alzare la voce, tutti i soldi spesi per arrivare sulle isole sono soldi che non si spendono sulle isole , il turista scippato e sbatacchiato sulle carrette del mare avrà meno soldi da spendere e conserverà del nostro Golfo un ricordo pessimo, peggiorando ulteriormente, se è possibile, l'immagine di Napoli nel mondo.

Il Movimento 5 stelle e tutte le associazioni i partiti e i singoli cittadini che parteciperanno all'occupazione pacifica del porto di Ischia prevista per sabato 8 ottobre a partire dalle ore 10 PRETENDONO dai loro dipendenti Vetrella e De Siano, Picone e de Martino:
l'applicazione immediata delle legge regionale N° 3/2002 con l'indizione di gare europee per il trasporto marittimo;
Controlli a tappeto della Capitaneria sullo stato del naviglio operante nel Golfo, sulla applicazione dei contratti di categoria dei marittimi, e sulla efficienza delle misure di sicurezza a bordo e nei porti, a tutela della pubblica incolumità.
Blocco delle tariffe, fino ad espletamento delle gare europee e immediata revoca di licenze e concessioni demaniali (linee e pontili utilizzati sono beni pubblici) agli attuali esercenti che non si adeguino alle suddette disposizioni.
Stesura di un orario delle corse confacente alle esigenze della popolazione e non agli interessi degli armatori privati.

Approfitto per ricordare i nostri fratelli marittimi ancora prigionieri dei pirati somali, a dimostrazione di quanto, l'avidità degli armatori nostrani e l'aquiescenza dei politici corrotti provochi enormi sofferenze ed ingiustizie.

Il diritto alla mobilità non si tocca! le nostre caccavelle sommergeranno le vostre carrette del mare.

Luca Savino
Movimento 5 stelle Ischia
A parte un piccolo dubbio sulla parola 'occupazione pacifica' che forse potrebbe essere 'manifestazione pacifica' ma va bene lo stesso, per me è GO!!!

Grande Delinkuentes! smile
Antonello I.
Λεωνίδας
Ischia, NA
Post n.: 1.382
ecco il testo del comunicato stampa please datemi un OK entro le 19:30

COMUNICATO STAMPA

CACCAVELLA DAY
Porto di Ischia, sabato 8 ottobre a partire dalle 10

Il movimento 5 stelle di Ischia insieme a cittadini, movimenti, associazioni e partiti dell'isola ha indetto per sabato una occupazione pacifica del porto di Ischia per protestare contro l'illegalità che pervade l'intera gestione dei trasporti marittimi nel Golfo di Napoli.

Le continue vessazioni subite dai passeggeri con aumenti indiscriminati di tariffe
(+ 40% dall'inizio dell'anno per i residenti), orari incompatibili con le esigenze dell'utenza e la totale assenza di controlli sulle misure di sicurezza della navigazione mettono a rischio il nostro diritto alla mobilità e non sono ulteriormente tollerabili.

Il problema non riguarda solo gli abitanti delle isole ma anche i cittadini napoletani costretti a sborsare cifre da "biglietto aereo" per farsi un bagno nelle isole del golfo e incide negativamente sul settore turistico penalizzato dagli alti costi e la scarsa qualità dei trasporti marittimi.

Per questo abbiamo rivolto un appello pubblico al Sindaco De Magistris perchè faccia sentire anche la sua voce a tutela della legalità e dei diritti di tutti i cittadini campani.

Il frastuono delle nostre "caccavelle" darà la sveglia agli amministratori regionali che da quasi 10 anni ignorano la Legge Regionale 3/2002 continuando pratiche di proroghe, accordi sottobanco e fuori legge con il cartello degli armatori privati (ACAP) al fine di perpetrarne la indebita posizione dominante sul mercato.

Chiediamo l'espletamento di gare europee, il blocco delle tariffe, controlli accurati sul naviglio e le condizioni di lavoro degli equipaggi a tutela della pubblica incolumità.

Procederemo nel corso dell'evento caccavella day alla "liquidazione" dell'armamento privato e al licenziamento dei nostri dipendenti infedeli e incapaci Vetrella e De Siano.

Si prega gli organi di stampa di garantire la massima diffusione

Movimento 5 stelle Isola d'Ischia
GO per me!
Marco E.
user 6570787
Ischia, NA
Post n.: 540
ok per me è ok con MANIFESTAZIONE PACIFICA mandate a tutti gli "organi" mediatici
Iscritto precedentemente
Post n.: 102
Va beh io credo che sia meglio occupazione pacifica, manifestazione sa sempre un po di stantio partiti sindacati etc il senso è quello che noi il porto iniziamo ad occuparlo sabato alle 10 e non ce ne andiamo fino al raggiungimento dell'obiettivo, la manifestazione in genere ha un inizio e una fine programmati. per favore leggetevi questo mio commento ad un articolo sul sito del FQ

C’è giustappunto una convocatoria mondiale per il 15 ottobre fatta dagli indignados spagnoli e abbracciata ormai in moltissimi paesi i metodi sono ormai collaudati, riunione pacifica e occupazione di spazi pubblici, possibilmente bloccando l’accesso ai palazzi del potere, banche centrali e quant’altro.
Determinazione a “NON TORNARE A CASA” fino al raggiungimento dell’obiettivo,(se c’è tanta gente si fanno turni, ciascuno secondo la propria possibilità, ma con l’impegno morale di ritornare appena possibile)
una piattaforma chiara e condivisa di obiettivi netti definitivi anti-sistema,
esercizio di convivenza nella semplicità (si dorme a terra sui cartoni ma almeno lo fai volontariamente e per uno scopo invece di attendere quando ci sarai costretto) condivisione di esperienze, conoscenze, sviluppo di intelligenza colletiva e capacità di azione collettiva.
discussione e votazione di proposte per affrontare i problemi reali delle persone, di come riconquistare la felicità. Il nano,sarà già morto se qualche migliaio di persone presidiano la piazza per un mese e mi riferisco a l’ottavo nano, quello che c’è dentro ognuno di noi.
questa azione ha il potere di genera un effetto a catena, bisogna partire in una città e far girare i video, l’informazione in streaming + canali web, immediatamente in ogni centro grande o piccolo ci saranno persone come me e te che non stanno aspettando altro che un segnale per partire.
la non violenza è l’arma da opporre a qualsiasi provocazione e/o aggressione. Il popolo (e scusate le retorica) quando è compatto e fermo non teme attacchi.
Facciamo finta che il 15 ottobre stiamo tutti partendo per una stupenda gita verso la democrazia reale (YA!)ADESSO! sacco a pelo, viveri e tanta voglia di vedere rispuntare il sole.
Ivideo del”desalojo de plaza catalunya che forse molti avranno visto sono commoventi, la forza della non violenza contro la violenza di mestiere. Alla fine la polizia è dovuta andare VIA! la piazza era già occupata. 15 Ottobre!

ovvero per cambiare veramente le cose bisogna cambiare i metodi di lotta, ora magari non lo faremo sul porto di ischia ma cominciamo a cambiare la nostra testa e le parole che usiamo.
cmq MARTELLARE DE MAGISTRIS sul suo profilo ho postato l'articolo commentate, e poi ha un blog www.demagistris.it dove è possibile inviare mail, fate un copia e incolla e inviate
io alle 19 30 parto su ischiablog e donato con il comunicato ai mezzi di informazione
Davide I.
Domanidomani
Organizer del gruppo
Ischia, NA
Post n.: 980
Il Movimento 5 Stelle chiede le dimissioni del Comandante Di Meglio

Come cittadini del Comune di Barano d’Ischia e dell’Isola d’Ischia ci rivolgiamo al Comandante dei Vigili di Barano d’Ischia, avv. Ottavio Di Meglio, affinché proceda senza esitazione a dimettersi dalla carica che occupa, alla luce delle vicende giudiziarie che lo vedono coinvolto in prima persona per reati gravi (sequestro di persona) che hanno condotto il magistrato a disporne gli arresti domiciliari. Le incredibili mancanze che il Comandante ha dimostrato nello svolgimento delle sue mansioni in numerose occasioni, tra cui il deprecabile comportamanto tenuto con la troupe de "le Iene", stanno arrecando gravissimi danni al decoro e alla dignità della comunità civile baranese ed isolana tutta e non possono essere più tollerate.
Chiediamo al Sindaco di Barano d’Ischia, dott. Paolino Buono, o in caso di sua inattività al Prefetto di Napoli, di procedere alla immediata sospensione da Comandante del Di Meglio per dimostrata inidoneità a ricoprire un ruolo così importante nella vita amministrativa ed istituzionale del Comune. Ci chiediamo infine con quale coraggio i vigili baranesi potranno multare i cittadini per piccole infrazioni quando il loro comandante è imputato per fatti cosi gravi?
Mario G.
user 3721573
Ischia, NA
Post n.: 1.724
Il Movimento 5 Stelle chiede le dimissioni del Comandante Di Meglio

Come cittadini del Comune di Barano d’Ischia e dell’Isola d’Ischia ci rivolgiamo al Comandante dei Vigili di Barano d’Ischia, avv. Ottavio Di Meglio, affinché proceda senza esitazione a dimettersi dalla carica che occupa, alla luce delle vicende giudiziarie che lo vedono coinvolto in prima persona per reati gravi (sequestro di persona) che hanno condotto il magistrato a disporne gli arresti domiciliari. Le incredibili mancanze che il Comandante ha dimostrato nello svolgimento delle sue mansioni in numerose occasioni, tra cui il deprecabile comportamanto tenuto con la troupe de "le Iene", stanno arrecando gravissimi danni al decoro e alla dignità della comunità civile baranese ed isolana tutta e non possono essere più tollerate.
Chiediamo al Sindaco di Barano d’Ischia, dott. Paolino Buono, o in caso di sua inattività al Prefetto di Napoli, di procedere alla immediata sospensione da Comandante del Di Meglio per dimostrata inidoneità a ricoprire un ruolo così importante nella vita amministrativa ed istituzionale del Comune. Ci chiediamo infine con quale coraggio i vigili baranesi potranno multare i cittadini per piccole infrazioni quando il loro comandante è imputato per fatti cosi gravi?

Il Movimento 5 Stelle chiede le dimissioni del Comandante Di Meglio

Come cittadini del Comune di Barano d’Ischia e dell’Isola d’Ischia ci rivolgiamo al Comandante dei Vigili di Barano d’Ischia, avv. Ottavio Di Meglio, affinché proceda senza esitazione a dimettersi dalla carica che occupa, alla luce delle vicende giudiziarie che lo vedono coinvolto in prima persona per reati gravi (sequestro di persona) che hanno condotto il magistrato a disporne gli arresti domiciliari. Le incredibili mancanze che il Comandante ha dimostrato nello svolgimento delle sue mansioni in numerose occasioni, tra cui il deprecabile comportamanto tenuto con la troupe de "le Iene", stanno arrecando gravissimi danni al decoro e alla dignità della comunità civile baranese ed isolana tutta e non possono essere più tollerate.
Chiediamo al Sindaco di Barano d’Ischia, dott. Paolino Buono, o in caso di sua inattività al Prefetto di Napoli, di procedere alla immediata sospensione da Comandante del Di Meglio per dimostrata inidoneità a ricoprire un ruolo così importante nella vita amministrativa ed istituzionale del Comune. Ci chiediamo con quale coraggio i vigili baranesi, diversamente, potrebbero multare i cittadini per piccole infrazioni quando il loro comandante è imputato per fatti cosi gravi?

In grssetto la mia proposta di modifica
Davide I.
Domanidomani
Organizer del gruppo
Ischia, NA
Post n.: 981
Spedito al golfo verso le 21 pubblico su movimento ischia e ischia blog..............per gli altri io non ho mailinglist




Il Movimento 5 Stelle chiede le dimissioni del Comandante Di Meglio

Come cittadini del Comune di Barano d’Ischia e dell’Isola d’Ischia ci rivolgiamo al Comandante dei Vigili di Barano d’Ischia, avv. Ottavio Di Meglio, affinché proceda senza esitazione a dimettersi dalla carica che occupa, alla luce delle vicende giudiziarie che lo vedono coinvolto in prima persona per reati gravi (sequestro di persona) che hanno condotto il magistrato a disporne gli arresti domiciliari. Le incredibili mancanze che il Comandante ha dimostrato nello svolgimento delle sue mansioni in numerose occasioni, tra cui il deprecabile comportamanto tenuto con la troupe de "le Iene", stanno arrecando gravissimi danni al decoro e alla dignità della comunità civile baranese ed isolana tutta e non possono essere più tollerate.
Chiediamo al Sindaco di Barano d’Ischia, dott. Paolino Buono, o in caso di sua inattività al Prefetto di Napoli, di procedere alla immediata sospensione da Comandante del Di Meglio per dimostrata inidoneità a ricoprire un ruolo così importante nella vita amministrativa ed istituzionale del Comune. Ci chiediamo con quale coraggio i vigili baranesi, diversamente, potrebbero multare i cittadini per piccole infrazioni quando il loro comandante è imputato per fatti cosi gravi?
Andrea D.
Aboliamoli.eu
Forio, NA
Post n.: 3.605
Spedito al golfo verso le 21 pubblico su movimento ischia e ischia blog..............per gli altri io non ho mailinglist




Il Movimento 5 Stelle chiede le dimissioni del Comandante Di Meglio

Come cittadini del Comune di Barano d’Ischia e dell’Isola d’Ischia ci rivolgiamo al Comandante dei Vigili di Barano d’Ischia, avv. Ottavio Di Meglio, affinché proceda senza esitazione a dimettersi dalla carica che occupa, alla luce delle vicende giudiziarie che lo vedono coinvolto in prima persona per reati gravi (sequestro di persona) che hanno condotto il magistrato a disporne gli arresti domiciliari. Le incredibili mancanze che il Comandante ha dimostrato nello svolgimento delle sue mansioni in numerose occasioni, tra cui il deprecabile comportamanto tenuto con la troupe de "le Iene", stanno arrecando gravissimi danni al decoro e alla dignità della comunità civile baranese ed isolana tutta e non possono essere più tollerate.
Chiediamo al Sindaco di Barano d’Ischia, dott. Paolino Buono, o in caso di sua inattività al Prefetto di Napoli, di procedere alla immediata sospensione da Comandante del Di Meglio per dimostrata inidoneità a ricoprire un ruolo così importante nella vita amministrativa ed istituzionale del Comune. Ci chiediamo con quale coraggio i vigili baranesi, diversamente, potrebbero multare i cittadini per piccole infrazioni quando il loro comandante è imputato per fatti cosi gravi?

se vai sulla mail del movimento trovi tutti i contatti media in un unico gruppo, sennò chiedi a donato.
Powered by mvnForum

La gente in questo
Meetup appartiene anche a:

Iscriviti

Iscritti a Meetup, Entrate

Cliccando "Iscriviti" o "Iscriviti usando Facebook", confermi di accettare i nostri Termini di Servizio & Politica di Privacy