Bacheca messaggi Meetup Isola d'Ischia Meetup Isola d'Ischia › Ufficio Stampa e Comunicati

Ufficio Stampa e Comunicati

Antonello I.
Λεωνίδας
Ischia, NA
Post n.: 1.502
I due post precedenti sono l'articolo per il Golfo e la stampa in genere che spiega il protocollo.
Andrebbe fatto un cappelletto che spieghi che questa è una piattaforma di partenza, molto ben definita, sulla quale sta lavorando il Gruppo Urbanistica e Abusivismo Edilizio del Gruppo Campano del MoVimento Cinque Stelle.

E una coda che faccia comprendere che per i cittadini che non usufruiranno del Protocollo, cosa non obbligatoria, resta in vigore la legge vigente che prevede la misura accessoria della demolizione dell'abuso da parte del cittadino reo dello stesso. E che sottolinei che le possibilità che il Condono, tanto sventolato ad ogni tornata elettorale, in questo caso non sarà applicabile come sancito dalla Corte di Cassazione per ben 3 (?) volte. Quindi fare appello ai cittadini affinché non cadano più nelle trappole elettorali dei partiti che questa situazione l'hanno determinata e voluta per poter fare così manleva delle coscienze dei cittadini obbligati dalla volontà di non regolare il territorio (piani regolatori, piani territoriali e di sviluppo urbano, edilizia popolare etc...) a dover commettere l'abuso per poter avere una casa. Considerato che negli anni passati le case si era soliti darle in fitto solo per il periodo Estivo che va da Giugno a Settembre e il guadagno era buono oltre che non dichiarato. Questo portava le giovani coppie ad avere problemi a metter su famiglia in quanto i proprietari di case non erano disponibili ad affittare annualmente a famiglie oltre che per la questione fitti estivi che per le tante esperienze negative di proprietari che non riuscivano a rientrare in possesso della propria abitazione se non dopo anni e lunghe cause. E magari trovarsi la casa in pessime condizioni dovendo in aggiunta spendere altri soldi prima di poterla abitare nuovamente.

Spero che sia ok. Comunque il file docx è nella sezione files per gli iscritti al MeetUp. ;)
Iscritto precedentemente
Post n.: 107
Protocollo for dummies
CAPPELLETTO
Il problema dell'abusivismo ha sempre avuto risposte di tipo condonistico da tutti i partiti. Risposta che ha portato allo stato attuale di assoluta anarchia immobiliare e totale dipendenza con favoritismi di tipo elettorale.
Il movimento 5 stelle è stata l'unica forza politica a dare una risposta civile alla questione, semplicemente condannando il termine condono e studiando una forma che dia la possibilità di riscatto dell'immobile, ove possibile, attivando contemporaneamente l'economia dell'isola, ripristinando la bellezza dei luoghi, l'armonia con l'ambiente ed eliminando definitivamente ogni patto schiavistico con i politicanti.
Tale proposta nata proprio ad Ischia è ora in fase di lavorazione presso il Gruppo Urbanistica e Abusivismo Edilizio del Gruppo Campano del MoVimento Cinque Stelle.
Ecco come è strutturato:

CODA
Attenzione, il protocollo è una alternativa alle leggi vigenti, e nel caso di rifiuto dello stesso, è prevista la misura accessoria della demolizione dell'abuso da parte del cittadino reo dello stesso. E le leggi vigenti che prevedono un condono tanto sventolato ad ogni tornata elettorale, non saranno applicabili come sancito più volte dalla Corte di Cassazione.
Non cadete nuovamente in queste trappole elettorali che tendono sempre a mettere "pezze a colori" affinché non si intervenga mai su piani regolatori, piani territoriali di sviluppo urbano, edilizia popolare ecc... in modo da garantire loro un controllo totale sulla vostra vita per potersi assicurare a lungo un posto di potere alimentato dai vostri voti di paura.
Noi questo modo di fare lo chiamiamo schiavismo!
Antonello I.
Λεωνίδας
Ischia, NA
Post n.: 1.503
:::Editing:::

Protocollo for dummies
CAPPELLETTO
Il problema dell'abusivismo ha sempre avuto risposte di tipo condonistico da tutti i partiti. Risposta che ha portato allo stato attuale di assoluta anarchia immobiliare e totale dipendenza con favoritismi di tipo elettorale.
Il movimento 5 stelle è stata l'unica forza politica a dare una risposta civile politica alla questione, semplicemente condannando il termine condono e studiando una forma che dia la possibilità di riscatto dell'immobile, ove possibile, attivando contemporaneamente l'economia dell'isola, ripristinando la bellezza dei luoghi, l'armonia con l'ambiente ed eliminando definitivamente ogni patto schiavistico con i politicanti.
Tale proposta nata proprio ad Ischia è ora in fase di lavorazione presso il Gruppo Urbanistica e Abusivismo Edilizio del Gruppo Campano del MoVimento Cinque Stelle.
Ecco come è strutturato:

CODA
Attenzione, il protocollo è una alternativa alle leggi vigenti, e nel caso di rifiuto dello stesso, è prevista la misura accessoria della demolizione dell'abuso da parte del cittadino reo dello stesso. E le leggi vigenti che prevedono un condono tanto sventolato ad ogni tornata elettorale, non saranno applicabili come sancito più volte dalla Corte di Cassazione.
Non cadete nuovamente in queste trappole elettorali che tendono sempre a mettere "pezze a colori" affinché non si intervenga mai su piani regolatori, piani territoriali di sviluppo urbano, edilizia popolare ecc... in modo da garantire loro un controllo totale sulla vostra vita per potersi assicurare a lungo un posto di potere alimentato dai vostri voti di paura.
Noi questo modo di fare lo chiamiamo schiavismo!
Aggiungerei come chiosa "Ci Vediamo in Parlamento. Sarà un piacere!".
E lo firmerei MoVimento Cinque Stelle Isola d'Ischia

Per il resto per me è GO!
Iscritto precedentemente
Post n.: 108
ABUSIVISMO EDILIZIO? ECCO LA VERA RISPOSTA POLITICA.

Il problema dell'abusivismo ha sempre avuto risposte di tipo condonistico da tutti i partiti. Risposta che ha portato allo stato attuale di assoluta anarchia immobiliare e totale dipendenza con favoritismi di tipo elettorale.
Il movimento 5 stelle è stata l'unica forza politica a dare una risposta politica alla questione, semplicemente condannando il termine condono e studiando una forma che dia la possibilità di riscatto dell'immobile, ove possibile, attivando contemporaneamente l'economia dell'isola, ripristinando la bellezza dei luoghi, l'armonia con l'ambiente ed eliminando definitivamente ogni patto schiavistico con i politicanti.
Tale proposta nata proprio ad Ischia è ora in fase di lavorazione presso il Gruppo Urbanistica e Abusivismo Edilizio del Gruppo Campano del MoVimento Cinque Stelle.
Ecco come è strutturato:

Il protocollo “5 Stelle per l’edilizia” è un piano programmatico volto alla soluzione dell’annoso problema dell’abusivismo edilizio e dell’organizzazione urbanistica del territorio comunale che si basa sulla sostenibilità ambientale ed economica dello stesso.

Esso parte da alcuni presupposti:

- gravi ripercussioni sociali e rischio abitativo nel caso di demolizione inerente manufatto adibito a civile e reale abitazione,
- enorme mole di vani irregolari in attesa di sanatoria o completamente abusivi ove una demolizione degli stessi sarebbe insostenibile in termini economici ed ambientali (smaltimento degli inerti e dei rifiuti speciali conseguenti la demolizione).

E giunge alle seguenti proposte programmatiche:

- Individuazione e catalogazione dei vani abusivi con distinzione preliminare circa la sicurezza idrogeologica,
- distinzione in base alla destinazione d’uso reale e potenziale del manufatto,
- possibilità di riscatto e sanatoria del vano abusivo a fronte di interventi urbanistici di adeguamento estetico, efficientamento energetico e depurazione delle acque reflue.

In dettaglio questi i parametri su cui si impernia il protocollo da noi sviluppato e che confluirà in una iniziativa di legge popolare a livello regionale:

a) BASTA AL CEMENTO oltre la data di riferimento 30/04/2003;

Non è possibile stabilire con certezza i vani abusivi realizzati dopo tale termine; difatti il 30/04/2003 è l’unica data di riferimento possibile a cui fare affidamento per stabilire un numero certo di istanze di condono regolarmente presentate nell’intero territorio regionale (anche per i territori sottoposti a vincolo) i cui abusi sarebbero potenzialmente riscattabili.
b) Messa in sicurezza del fabbricato da un punto di vista del rischio frane e idrogeologico. A seguito della richiesta del cittadino, un'apposita commissione comunale valuta l'effettivo rischio e propone, eventualmente, la modifica delle carte approntate dall'Autorità di Bacino Nord-Occidentale. Laddove esista un rischio oggettivo, la mitigazione verrà espletata a carico del cittadino;
Ad oggi le Autorità di Bacino e altri enti di difesa del suolo basano la individuazione delle zone a rischio idrogeologico/frane sulla scorta dei dati esistenti sui passati eventi geologici che sono stati registrati (terremoti, smottamenti etc...); qualora un cittadino creda che tali valutazioni siano errate può richiedere alla commissione di valutare l’esattezza delle stesse. Laddove si confermi l’esattezza di tali valutazioni e qualora vi siano i presupposti per interventi di messa in sicurezza, essi saranno a carico dell’istante.
c) Immobile Realmente Abitato dai proprietari e/o loro familiari, dagli affittuari con contratto registrato e ricevuta di pagamento della “cedolare secca”;
Il Protocollo si intende applicabile solo alle prime case realmente abitate o regolarmente date in fitto e non all’abusivismo speculativo (Impianti Turistici e/o Industriali) né all’abusivismo di Stato (es. Caserma Forestale a Casamicciola Terme). Si può prevedere il pagamento di una ‘cedolare secca’ la cui aliquota di calcolo sia legata al pigione. Più esso è alto e più alta è l’aliquota di calcolo della tassa.
d) Auto produzione/consumo energia elettrica a mezzo pannelli FV in Conto Energia con modalità di scambio sul posto;
Per agevolare la realizzazione di questa parte del piano, si potrebbe anche pensare ad un piano del tipo ‘Mille Tetti Fotovoltaici’ dove aziende produttrici di pannelli FV installano 6KW sulle superfici dei tetti senza onere per i proprietari ma concedendo all’azienda installatrice il diritto di utilizzo di tali superfici (tetti) per un periodo che vada dai 20 ai 25 anni. Dovranno anche essere concessi in delega i contributi governativi per i KW non utilizzati ed immessi in rete dall’impianto. Dei 6KW saranno destinati al consumo domestico solo 3KW che qualora non utilizzati forniranno il calcolo per i contributi governativi che andranno all’azienda insieme ai 3KW prodotti ma riservati alla sola vendita di energia elettrica al gestore. Ad oggi installare 1KW Fotovoltaico costa all’incirca 2000€-3500 €.
--------------------------------contin­ua----------------------------------
Iscritto precedentemente
Post n.: 109
e) Isolamento termico dell'immobile, mediante cappotto termico e infissi a basso scambio termico e/o altre tecnologie di efficientamento energetico;
Mirando alla Riduzione Consumi dell’immobile è possibile ottenere la certificarla Classe Energetica di un immobile ottenendo per esso il bollino energetico (Classe A-B-C) da allegare al titolo di proprietà. Per un immobile la classe energetica è importantissima ai fini di calcolarne il valore di mercato. Difatti la maggioranza degli immobili abusivamente (ma non solo quelli) realizzati sono veri e propri colabrodo a livello termico, rientrando nella classificazione di livello più basso (Classe G). I consumi di una casa in Classe G sono molto elevati, ovvero tra 121-160 Kwh/mq annuo e oltre 16.3 mc di gas metano/mq annuo. Differentemente la stessa casa, però in Classe A, ha consumi ridottissimi e cioè meno di 1.53 mc di gas metano/mq annuo e fino a 15 Kwh/mq annuo. Questo comporta naturalmente un prezzo di mercato che è fortemente legato al risparmio della bolletta energetica della casa. In alcuni casi un’immobile di Classe A giunge a valere il triplo di una casa di classe G. E tutto ciò proprio per il vantaggio/ritorno economico che se ne trae in bolletta e per sempre. Tutto questo metterebbe sicuramente, vista l’enorme mole di abitazioni abusive che son tutte o quasi in Classe G, in moto l’economia grazie alla riattivazione dell’edilizia e del suo indotto oltre ad aumentare l’occupazione. Parliamo comunque sempre e solo di Edilizia Eco-Sostenibile.
f) Autoproduzione di Acqua Calda Sanitaria a mezzo di pannelli solari termici;
Per giungere a sempre minori consumi e quindi emissioni nell’atmosfera si deve mirare ad abbattere il consumo di elettricità. Questo si può fare anche tramite l’abolizione degli scaldabagni e l’utilizzo del solare Termico, anche complementare all’utilizzo di caldaie ecologiche, per autoprodurre Acqua Calda Sanitaria. Attualmente il prezzo di mercato medio per un impianto in grado di soddisfare il fabbisogno di una famiglia di 4 persone è di circa 5.000 euro chiavi in mano; se l’impianto oltre alla produzione di acqua calda sanitaria integra anche il riscaldamento il prezzo arriva all’incirca a 8.000 euro.
g) Depurazione Domestica con incentivo al riutilizzo in forma di irrigazione per terreni privati; l’incentivo consiste nella riduzione dei costi relativi agli scarichi dei reflui urbani. In pratica chi depura a livello domestico e lo fa bene risparmia su tale onere, altrimenti paga. E chi più inquina più paga. Tutto questo sempre relativamente alla reale ubicazione dell'immobile, il quale deve inevitabilmente disporre dello spazio necessario ad ospitare l'impianto domestico. Laddove ciò non fosse possibile, gli oneri saranno maggiori rispetto a chi depura e a sopperire tale mancanza se ne occupa il comune con i diversi depuratori localizzati nei punti nevralgici della condotta (ove esistente);
In tema di depurazione esiste un sistema rivoluzionario denominato RBBR (Rotating Bed Biofilm Reactor) brevettato dalla società Finlandese Clewer che ha come partner la società italiana Fortuny Agua Italy e forniscono impianti per la Depurazione Domestica che bastano al fabbisogno di 7 A.E. (Abitanti Equivalenti) ed il cui costo si aggira intorno ai 10.000 €. Tali impianti permettono anche il riutilizzo dell’acqua, una volta depurata, per irrigazione (giardino, orto, etc...).
h) sacrificare uno spazio dell'immobile abusivo, qualora le condizioni lo consentano, trasformando tale spazio alla realizzazione di un box auto in modo da sottrarre almeno un veicolo dalla strada. Così si limita anche l'esigenza molto sentita di parcheggi e l’invasione selvaggia e diffusa della carreggiata;
Da tutti è molto sentita la necessità di parcheggi vista la immane mole di autoveicoli che sono presenti sull’isola. Sebbene il traffico sia uno tra i più grossi responsabili del calo turistico sull’isola, anche il parcheggio selvaggio lo è rendendo difatti pericolosa, lenta e difficile la circolazione. Nell’ottica di una riduzione progressiva degli autoveicoli circolanti sull’isola, grazie al potenziamento del TPL interfrazionale, laddove esista un collegamento tra proprietà e accesso alla rete viaria pubblica, dovrà essere sacrificata l’abitabilità di parte della cubatura abusiva destinandola alla realizzazione di un garage per almeno un autoveicolo e due scooter/moto che siano in possesso del nucleo familiare proprietario dell’immobile. Cioè se nel nucleo familiare ci sono 1 auto e 1 motorino, allora si destinerà a parcheggio (box auto) il volume necessario a contenere 1 auto e 1 motorino.
i) tempo limite di intervento max. 24-36 mesi suddiviso in 4-6 Stadi di Avanzamento al termine di ciascuno dei quali segue il controllo dell'UTC a verifica della qualità dei lavori e della congruenza con il dettato del protocollo; qualora il controllo desse esito positivo si passa al successivo Stadio di Avanzamento rilasciando le autorizzazioni che saranno anch'esse subordinate a verifica dopo 6 mesi, e cosi via fino al completamento degli interventi e al conseguente riscatto in sanatoria. In caso una qualsiasi delle verifiche semestrali dovesse dare esito negativo, vengono meno i requisiti per rientrare tra i beneficiari del protocollo con il conseguente Ordine di Demolizione ad Horas anche in danno al contravventore senza ulteriori possibilità di riscatto e/o risarcimento per le spese sostenute fino a quel momento, come da contratto che verrà stipulato tra Amministrazione Comunale e cittadino reo dell’abuso.
Bisogna dare un limite temporale agli interventi e vigilare affinché i tempi siano rispettati e le modalità di intervento siano espletate a Regola d’Arte, e in accordo con il piano d’interventi approvato dall’Amministrazione Pubblica. E deve essere chiaro che, a meno di particolari condizioni, qualunque variazione o sforamento dei termini temporali dello Stadio di Avanzamento comporterà l’immediata risoluzione dell’accordo tra privato e Amministrazione Pubblica e il cittadino reo dell’abuso perderà ogni diritto di riscatto dell’immobile che sarà d’ordine demolito nell’arco delle 48 ore successive all’accertamento della violazione.
Attenzione, il protocollo è una alternativa alle leggi vigenti, e nel caso di rifiuto dello stesso, è prevista la misura accessoria della demolizione dell'abuso da parte del cittadino reo dello stesso. E le leggi vigenti che prevedono un condono tanto sventolato ad ogni tornata elettorale, non saranno applicabili come sancito più volte dalla Corte di Cassazione.
Non cadete nuovamente in queste trappole elettorali che tendono sempre a mettere "pezze a colori" affinché non si intervenga mai su piani regolatori, piani territoriali di sviluppo urbano, edilizia popolare ecc... in modo da garantire loro un controllo totale sulla vostra vita per potersi assicurare a lungo un posto di potere alimentato dai vostri voti di paura.
Noi questo modo di fare lo chiamiamo schiavismo!
Ci Vediamo in Parlamento. Sarà un piacere!
Movimento 5 Stelle Isola d'Ischia
Iscritto precedentemente
Post n.: 110
immagini da allegare
http://www.genitronsv...­

http://www.ecoquartie...­

e mi raccomando il logo del movimento!

pubblichiamolo sul blog come staff mi raccomando
Antonello I.
Λεωνίδας
Ischia, NA
Post n.: 1.504
immagini da allegare
http://www.genitronsv...­

http://www.ecoquartie...­

e mi raccomando il logo del movimento!

pubblichiamolo sul blog come staff mi raccomando
OTTIMO. Le immagini erano proprio quelle Walter. Bravo. wink

N.B.: Pubblichiamo come staff sul Blog e come MoVimento Cinque Stelle Isola d'Ischia per la stampa.
Antonello I.
Λεωνίδας
Ischia, NA
Post n.: 1.505
X) Interventi di Adeguamento Estetico dell'immobile.
La nostra tradizione urbanistica è famosa nel mondo da sempre. Specie l'architettura mediterranea con i suoi mille colori pastello. E com'è possibile che in giro ci sono solo scatole quadrate? Così si costruisce? Senza alcuna bellezza? Ci hanno tolto la dignità dell'esistenza. Ripristino dell'architettura mediterranea con uno sguardo sempre alla riduzione ai minimi termini dell'impatto ambientale, in termini visivi ed ecologici. Magari laddove possibile riequilibrare il bilanciamento tra cemento e verde con la piantumazione di alberi, non necessariamente nella stessa proprietà ma volendo anche in luoghi di pertinenza pubblica (parchi, pinete, piazze, etc...) e siepi che rendano il volume di verde e ossigeno che l'immobile abusivo ha tolto all'ambiente.

Magari si può mettere come lettera h) e spostare in basso le altre 2 quindi l'attuale h) diverrebbe i) e l'attuale i) diverrebbe j).
Marco E.
user 6570787
Ischia, NA
Post n.: 688
PROPOSTA DI COMUNICATO STAMPA DI RINGRAZIAMENTO. DA PUBBLICARE INTEGRALE, CON QUESTO STILE DI FORMATTAZIONE E CON LE FOTO SCELTE APPOSITAMENTE. CHIEDETENE CONFERMA AI MEDIA ALTRIMENTI EVITATE DI FARLO PUBBLICARE. POSTATE INTEGRAZIONI O MODIFICHE MA NON EDITATE IL CORPO DEL TESTO , OPERAZIONE CHE VA FATTA PRIMA DELLA PUBBLICAZIONE.



ISCHIA 5 STELLE , 7385 GRAZIE !

E' con enorme piacere, orgoglio e soddisfazione che ringraziamo tutti i cittadini Ischitani che hanno votato il Movimento 5 Stelle, permettendo cosi di raggiungere la strabiliante percentuale nazionale del 25,5 % alla Camera facendolo diventare il Movimento più votato , superando il Pd che si ferma al 25,4%. Al Senato si è raggiunto il 23,8% , con un totale sull'Isola d'Ischia di 5694 voti , che si meritano quindi altrettanti grazie.

Per ottenere questo risultato abbiamo lavorato intensamente due mesi ( ma siamo attivi dal 2005 !! ) tutti i giorni ininterrottamente con una spesa per la campagna elettorale che non supera i 200 euro, quindi 0,027 € a voto ottenuto, e senza imbrattare la città con i manifesti abusivi pagati da tutti i cittadini indirettamente.

Vanno fatti i più grandi ringraziamenti ai 43 rappresentanti di lista che hanno coperto quasi tutti i 60 seggi isolani , e hanno fatto si che tutte le operazioni di voto si svolgessero regolarmente. Un sentito grazie anche a tutti ai funzionari componenti dei seggi, che hanno svolto tutte le operazioni in regola smentendo ampiamente le nostre preoccupazioni di brogli elettorali. Con molti ci si è anche divertiti, cosa mai vista e di un'importanza enorme, riportare il sorriso e la serenità nella politica è un dei punti fondamentali del Movimento 5 Stelle, e quando c'è buon senso e rispetto delle regole non c'è spazio per arroganza e imbrogli.

Come Movimento 5 Stelle Isola d'Ischia ( noi ragioniamo sempre come Comune Unico fin dal 2005 ) possiamo dire che il risultato delle urne è solo il primo passo verso un nuovo modo di fare politica, di intendere il bene comune e la partecipazione del cittadino alla vita politica. Sappiamo bene che non tutti possono dedicare tempo ed energie al Movimento , ma anche piccole cose come informarsi e partecipare alle discussioni sulla piattaforma Meetup Amici di Beppe Grillo di Ischia, da dove partono tutte le iniziative ed i progetti, è un grosso impegno che aiuta chi è in prima linea, e sostiene le azioni che gli attivisti attuano nel concreto.

Un altro grande risultato è aver sestuplicato i voti ottenuti alle Regionali 2010 (circa 1000) e dati alla mano, sull'Isola siamo il secondo partito dopo il PDL !!! Infatti il totale dei voti raccolti dal PDL nei sei comuni è stato di 12.282 alla Camera e 11.149 al Senato , al secondo posto il Mov.5 S. con 7.385 alla Camera e 5.694 al Senato, e segue il PD con 4.769 alla Camera e 4.320 al Senato. Se aggiungiamo anche le altre due isole il distacco rimane pressochè invariato confermando quindi il Movimento 5 Stelle come seconda forza politica delle 3 Isole del golfo di Napoli. Ringraziamo sentitamente quindi anche i cittadini di Procida e Capri.

Ora che fare ? Innanzitutto seguiremo attentamente cosa succede in Parlamento attraverso i nostri 109 Deputati e i 54 Senatori, di cui faranno parte gli eletti delle circoscrizioni campane:

Camera, Campania 1 (prov. di Napoli):
1. Roberto Fico
2. Luigi Di Maio
3. Salvatore Micillo
4. Vega Colonnese
5. Luigi Gallo

Camera, Campania 2 (tutte le altre province):
1. Angelo Tofalo
2. Silvia Giordano
3. Carlo Sibilia
4. Girolamo Pisano

Senato:
1. Sergio Puglia
2. Andrea Cioffi
3. Paola Nugnese
4. Vilma Moronese
5. Bartolomeo Pepe

ragazzi meravigliosi che conoscono bene il territorio sul quale si battono da anni e che ne porteranno le istanze fin dentro le Camere. Si aggiungono a loro anche i consiglieri Regionali: 15 in Sicilia, 9 in Lombardia, 7 in Lazio, 2 in Molise-Piemonte-Emilia Romagna e completano i Sindaci di Parma, Mira, Sarego e Comacchio e i circa 350 consiglieri sparsi in tutti i comuni d'Italia.

Ma oltre a seguire , informarsi e apprendere da loro direttamente le notizie dal Parlamento, dobbiamo mettere in atto le importanti novità che il Movimento 5 Stelle sta cercando di inserire nel nuovo modo di fare politica.

Una di queste è la partecipazione attiva, che ha come primo obiettivo di far riavvicinare il cittadino alle decisioni che vengono prese sul suo territorio. Non è difficile , basta cominciare, ci si iscrive al Meetup Amici Beppe Grillo Isola d'Ischia ( troverete i riferimenti web in fondo alla pagina ) che è il forum dove ci sono discussioni accurate su moltissimi dei problemi isolani e regionali, e dove tutti possono partecipare e dire la propria, portando conoscenza, idee ed energia. Sulla medesima piattaforma si organizzano poi gli incontri fisici , spesso settimanali ed nella maggior parte in luoghi pubblici affinchè chiunque possa partecipare, dove si arriva con un ordine del giorno pre-discusso sul forum e dove si prendono decisioni e si sviluppano i punti stabiliti per raggiungere azioni definitive.

Questo meccanismo fa si che chiunque possa essere partecipe di quelle che sono le iniziative sul proprio territorio e quindi artefice del destino del luogo in cui vive. Inoltre chi meglio dei cittadini che vivono in luogo conosce meglio i problemi e le soluzioni dello stesso ?

Quindi a tutti cittadini che hanno votato il Movimento rivolgiamo questo appello: Attivatevi, non abbiate paura !! riprendetevi ciò che è vostro !! Partecipate !! Noi continueremo a farlo e faremo tutto il possibile e sempre di più, ieri è stato un grande giorno ma è solo l'inizio, adesso si dovrà lavorare ancora di più !!

I temi non mancano:

- Ambiente
- Turismo
- Trasporti marittimi e terrestri
- Comune Unico
- Salute
- Lavoro
- Rifiuti

adesso siamo in più di 7.000 sull'Isola d'Ischia, quasi 10.000 nel Golfo ... e 9.000.000 in tutta Italia !! Abbiamo il dovere di fare ciò che abbiamo promesso in campagna elettorale e per farlo abbiamo bisogno di tutti quelli che sperano in una cambiamento e che vogliono impegnarsi affinchè avvenga !!

"L'onestà andrà di moda !!"

Movimento 5 Stelle Isola d'Ischia

Contatti:

Meetup Amici di Beppe Grillo:
http://www.meetup.com...­

Email Staff:
staff@movimentoischia.it­

Facebook:
Movimento 5 Stelle Isola d'Ischia

Per partecipare alle votazioni online bisogna iscriversi sul sito del Movimento:
[i]http://www.beppegrill...­[/i]
Antonello I.
Λεωνίδας
Ischia, NA
Post n.: 1.506
Sarebbe il caso di invitare tutti i cittadini che han votato il M5S alle politiche, ad iscriversi al portale del MoVimento, certificandosi con l'invio di scansione o immagine digitale del proprio Doc. Id., spieghiamo che così potranno proporre e discutere le leggi direttamente e votarle o bocciarle secondo il proprio pensiero. La vera democrazia. L'unica via d'uscita.
Powered by mvnForum

La gente in questo
Meetup appartiene anche a:

Iscriviti

Iscritti a Meetup, Entrate

Cliccando "Iscriviti" o "Iscriviti usando Facebook", confermi di accettare i nostri Termini di Servizio & Politica di Privacy