Bacheca messaggi Meetup Isola d'Ischia ★ Ambiente ed Energia › AGOSTO 2009 NUOVA ROTTURA AL CAVO ENEL/TERNA SOTTOMARINO (E IL PCB?)

AGOSTO 2009 NUOVA ROTTURA AL CAVO ENEL/TERNA SOTTOMARINO (E IL PCB?)

Luca T.
user 3753233
Ischia, NA
Post n.: 420
Come mai l'Università Federico II sta per eseguire nuovi saggi ecotossicologici sulle sabbie di Lacco Ameno??

E come mai pare che non si sia resa disponibile ad effettuare test su alcune specie che invece erano state analizzate all'epoca dello scorso campionamento??
Andrea D.
Aboliamoli.eu
Forio, NA
Post n.: 2.070
Come mai l'Università Federico II sta per eseguire nuovi saggi ecotossicologici sulle sabbie di Lacco Ameno??

E come mai pare che non si sia resa disponibile ad effettuare test su alcune specie che invece erano state analizzate all'epoca dello scorso campionamento??

Scusa Luca a che ti riferisci? Dov'è la notizia di cui parli?
Iscritto precedentemente
Post n.: 172
Come mai l'Università Federico II sta per eseguire nuovi saggi ecotossicologici sulle sabbie di Lacco Ameno??

E come mai pare che non si sia resa disponibile ad effettuare test su alcune specie che invece erano state analizzate all'epoca dello scorso campionamento??


Vuol dire che ogni azione intesa alla ricerca della verità può essere raccolta

Questa volta si tratta della provincia di Napoli settore tutela ambientale che a seguito di ripetute segnalazioni , giunte da più parti , ha voluto rivalutare meglio, magari con nuovi prelievi, la situazione dei sedimenti marini a largo della costa tra casamicciola e lacco ameno

Certo difficilmente si può andare in maniera opposta alle determinazioni scientifiche che riguardano i POPs

Rilevando in acqua valori di PCB 1860 volte superiori ai limiti di legge un mese dopo la prima delle 2 rotture dei cavi enel che contengono olio fluido con pcb (come certificato da analisi svolte proprio da laboratori per conto dell’enel )

Tenuto conto che il versamento in mare di olio fluido con PCB per colpa dei cavi enel è durato per oltre sei mesi e parliamo di circa 54 tonnellate

Tenuto conto ancora che alcuni congeneri di PCB ritrovati in mare sono gli stessi dell’olio enel e che sul pescato analizzato vi è una grossa ombra che forse prossimamente verrà svelata,

adesso aspettiamo i nuovi prelievi che probabilmente saranno, mi auguro, valutati in maniera più approfondita

Per quanto riguarda invece alla mancata disponibilità dell’università posso solo limitarmi a dire che queste analisi sono solo in ausilio di altre ma il dato purtroppo incontrovertibile è che la situazione è veramente molto preoccupante

e….. non scordiamoci degli alchilati lineari per l’enel non tossici e non nocivi ..ottimi per la truppa intesa come bagnanti e bambini …rivelatisi poi sostanze N nocive R/50 altamente tossiche per gli organismi acquatici

ma tutti guardavano le schede tecniche senza frasi di rischio e permettevano così all’enel senza ostacolarla di versare nel nostro mare olio fluido con PCB... le barche a vela in compenso sono riuscite a scivolare più veloci sulle onde..............quando l'energia ti è amica........
Davide I.
Domanidomani
Organizer del gruppo
Ischia, NA
Post n.: 85
Andrea D.
Aboliamoli.eu
Forio, NA
Post n.: 2.067
Per chi fosse interessato all'argomento vi informo che stasera martedi 10 febbraio dalle ore 21.20 Teleischia farà una trasmissione su inquinamento del mare ad ischia anche alla luce del recente decreto che vieta la balneazione alle spiagge della fundera, di san pietro e degli inglesi ad ischia.
Io interverrò telefonicamente

Ospiti in studio:

peppe lafranca dei balneari
mimmo sferratore
un rappresentante di legambiente
un operatore dei maronti

E' possibile seguire la diretta anche via web da qui
Luca T.
user 3753233
Ischia, NA
Post n.: 428
Ho intenzione di aggiungere un nuovo inquietante video sull'inquinamento del mare dell'Area Marina Protetta da parte della flotta caremar. A giorni lo sconcertante documento...
Davide I.
Domanidomani
Organizer del gruppo
Ischia, NA
Post n.: 92
Fortuna che Caremar ha spazi a terra ferma per scarico liquamiangry, Medmar per esempio a quanto mi risulta no, chi sa che scarica allora..............angry
Andrea D.
Aboliamoli.eu
Forio, NA
Post n.: 2.090
Luca T.
user 3753233
Ischia, NA
Post n.: 432
Ciao a tutti, ho saputo che ci sono stati accertamenti sugli scarichi della caremar.

Pare che dalle immagini siano risaliti a tutti (o forse uno solo, non è chiaro) gli scarichi ripresi. Tali scarichi sarebbero scarico di acque di zavorra ed il colore rossiccio sarebbe dovuto a ruggini presenti all'interno delle casse di zavorra.

Quindi... è tutto ok??

Gli ossidi sono materiali non pericolosi per l'uomo e l'ambiente?? Forse che la parte terza del cd. Testo Unico Ambientale non contempla tra gli inquinanti anche Fe, ed altre sostanze inorganiche???

A me la cosa non va giù.... e poi nel video si vedeva una marea di olio riversata in mare...
Andrea D.
Aboliamoli.eu
Forio, NA
Post n.: 2.100
Ciao a tutti, ho saputo che ci sono stati accertamenti sugli scarichi della caremar.

Pare che dalle immagini siano risaliti a tutti (o forse uno solo, non è chiaro) gli scarichi ripresi. Tali scarichi sarebbero scarico di acque di zavorra ed il colore rossiccio sarebbe dovuto a ruggini presenti all'interno delle casse di zavorra.

Quindi... è tutto ok??

Gli ossidi sono materiali non pericolosi per l'uomo e l'ambiente?? Forse che la parte terza del cd. Testo Unico Ambientale non contempla tra gli inquinanti anche Fe, ed altre sostanze inorganiche???

A me la cosa non va giù.... e poi nel video si vedeva una marea di olio riversata in mare...

Caro Luca,
mi hai anticipato... stavo appunto per postare questa risposta ricevuta dal Direttore dell'AMP Regno di Nettuno Riccardo Strada


----- Original Message -----
From: Direttore Regno di Nettuno
To: Andrea D'Ambra
Subject: Rif: Scarico di liquami da nave nel porto di Ischia e regolamento dell'AMP Regno di Nettuno


Egregio sig. d'Ambra,

Le chiedo scusa per il ritardo, dovuto alla necessità di approfondimento del problema che ha posto e che era stato evidenziato anche sul nostro sito FACEBOOK.

a seguito della segnalazione ho richiesto un rapporto alla Capitaneria di Porto, rapporto che mi è stato inviato e che, se crede è a sua disposizione.
nella sostanza la CP di Ischia comunica di aver identificato il traghetto e l'ora dell'evento ed aver operato una ispezione sui piani costruttivi del traghetto in oggetto, verificando il rispetto delle leggi che, ovviamente, vietano lo scarico di liquami od altri inquinanti.
le risultanze dell'ispezione riportano che l'evento (considerata la posizione dello scarico sulla nave ed il registro delle operazioni di bordo) è da imputarsi ad uno scarico di acque di riequilibrio, provenienti da cassoni che nulla hanno a che vedere con le acque di sentina o con le acque luride, essendo queste completamente separate dai cassoni di equilibratura.

sarebbero, quindi, acque marroni a causa della ruggine delle pareti di questi cassoni.

questo non toglie che l'azione avesse un valore estetico assolutamente negativo, peraltro se lo scarico di ossido di ferro non può essere tecnicamente considerato pericoloso sarà mia cura comunicare alla caremar l'opportunità di provvedere al di fuori dell'AMP a tali operazioni.

ringraziandola per la costante operazione di vigilanza e denuncia
resto a Sua disposizione per qualunque informazione

Riccardo M. Strada

I tuoi interrogativi sono anche i miei Luca.

Aspettiamo chiarimenti dalla Capitaneria di Porto. Il loro indirizzo: ischia@guardiacostiera.it mentre per l'Amp Regno di Nettuno l'indirizzo è direttore@nettunoamp.it

PS: Essendo questa discussione relativa specificamente all'inquinamento da PCB magari è più opportuno spostarsi in quella relativa all'Area Marina "Protetta".
Powered by mvnForum

Iscriviti

Iscritti a Meetup, Entrate

Cliccando "Iscriviti" o "Iscriviti usando Facebook", confermi di accettare i nostri Termini di Servizio & Politica di Privacy